Button Text! Submit original article and get paid. Find out More

Autocertificazione di malattia del dipendente, trasferimento della sede lavorativa con la legge 104, auto-organizzazione delle imprese



nella rassegna di questa settimana, abbiamo scelto di evidenziare alcuni articoli che discutono su: 1. il disegno di legge in comissione al senato, che prevede l’autocertificazione da parte del dipendente che si assenta per malattia nei primi 3 giorni (proposta che genera molte polemiche); 2. l’uso e l’abuso della legge 104 per ottenere il trasferimento della sede lavorativa, anche se, a ben vedere, i dati riportati non tengono conto di alcuni fattori che spiegherebbero meglio il fenomeno e la sua reale portata; c. le pratiche di autogestione in alcune imprese, che risultano funzionare molto bene, anche da prima della legge sullo smart working.

F. Di Frischia (2017). Il dipendente sta a casa per malattia: autocertificazione nei primi 3 giorni. Corriere della Sera

Un lavoratore che avverta un piccolo malore, comunque passeggero, problemi gastrointestinali, una febbre alta, insonnia o mal di testa, potrà autocertificarsi per i primi tre giorni l’assenza dal lavoro. Così il medico farà solo da «postino», informandone l’Inps e il datore di lavoro, ma non avrà pesanti responsabilità di fronte a un giudice e non potrà essere punito penalmente se il lavoratore avrà dichiarato il falso … Leggi

M. Tiraboschi (2017). Autocertificazione della malattia: quel ritardo culturale che pesa su lavoratori e imprese. Bollettino Adapt.

Se fossimo un Paese normale la proposta contenuta nel disegno di legge di iniziativa del senatore Maurizio Romani, di consentire l’autocertificazione per i primi tre giorni di assenza dal lavoro per malattia, non susciterebbe nessuno stupore. Una proposta, è bene precisare, che allo stato è circoscritta al solo lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche ma che, in caso di approvazione, potrebbe poi essere rapidamente estesa anche al settore privato … Leggi

M. Prodi (2017). Insegnanti, chi approfitta della legge 104. La Voce

Ogni anno si riapre puntuale la questione della incidenza della fruizione della precedenza garantita dalla legge per 104 nella mobilità dei docenti verso le regioni meridionali. Quest’anno, come i precedenti, la polemica nasce da un articolo di Salvo Intravaia su Repubblica. La legge 104 del 1992 regola i diritti delle persone con disabilità e dei familiari che le assistono, stabilendo principi, tutele e agevolazioni usufruibili dai diretti interessati e dai loro parenti … Leggi

S. Intravaia (2017). Polemica sui maestri trasferiti al Sud. “Più della metà ha usato la legge 104”. la Repubblica

Record di (lunghi) trasferimenti verso le regioni meridionali grazie alla legge 104. Qualche giorno fa, il ministero dell’Istruzione ha reso noti i dati sui cosiddetti “movimenti” (trasferimenti, passaggi di cattedra e di ruolo, provinciali e interprovinciali) richiesti dai maestri di scuola elementare, molti dei quali spediti al Nord dalla Buona scuola del governo Renzi. E non mancano le sorprese. Perché, su oltre mille movimenti interprovinciali chiesti verso le regioni meridionali, oltre la metà (il 53 per cento) è stata possibile grazie alla norma che tutela alcune categorie di persone. In primis, chi deve assistere un coniuge o figlio disabile grazie alla legge 104 … Leggi

V. Avon (2017). L’azienda che ha abolito gli orari di lavoro: il successo con l’auto-organizzazione dei dipendenti. La Repubblica

Per i creativi iperconnessi ormai è vita quotidiana, ma per gli addetti di un’azienda manifatturiera non avere orari fissi di lavoro è una vera novità. Alla Graphistudio di Arba, piccolo paese in provincia di Pordenone, è una novità che esiste dagli anni Novanta e che oggi è ben rodata. Duecento dipendenti, il 70 per cento sono donne, unica sede produttiva con alcune sedi commerciali all’estero, la Graphistudio produce album per matrimoni e ritratti: è un servizio ai fotografi di tutto il mondo, che mandano i loro file e ricevono un libro fotografico, ben confezionato, da consegnare ai protagonisti degli scatti … Leggi

Altri articoli su questi temi sono inseriti nel database

Iscriviti alla newsletter

Add a Comment

UA-72062421-1

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

Iscrizione Newsletter