Selezionati Archive

Selezionati

Competenze HR, conciliazione vita-lavoro, gender gap nel digitale



Nella rassegna stampa di oggi alcuni approfondimenti su: le competenze HR del futuro, che riguarderanno non solo l’aspetto relazionale ma anche la capacità di utilizzare i dati a disposizione; l’iter della direttiva europea sulla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, ormai a uno stadio avanzato anche se con alcune resistenze da parte di diversi Paesi; il gender gap nelle professioni ICT; alcuni aspetti relazionali della vita in ufficio.

G. Perrone (2018). Il futuro delle competenze HR: una visione internazionale. Risorse Umane e non Umane

Se è vero che resta come certezza la percezione di un ruolo estremamente relazionale, caratterizzato da ascolto, dialogo, condivisione e integrazione, diverse sono le sfide e le esigenze a cui chi si occupa di Risorse Umane è tenuto a rispondere … Leggi

Selezionati

Chiusure domenicali, congedi di paternità, burnout



Nella rassegna stampa di oggi alcuni approfondimenti su: il dibattito sulla chiusura degli esercizi comerciali la domenica, fuori da approcci ideologici e sul piano concreto; l’importanza del rifinanziamento dei congedi di paternità con la prossima finanziaria; il burnout, difficile da definire e di cui si parla poco, in un recente studio della Fondazione Eurofound

M. Colombo (2018). Chiusure domenicali: le giuste premesse per un dibattito pubblico che vada oltre l’effetto annuncio. Bollettino Adapt

Nelle ultime settimane si è molto discusso della proposta di chiudere gli esercizi commerciali un determinato numero di domeniche e giorni festivi all’anno, annunciata dal Ministro Di Maio. Il dibattito si è subito polarizzato tra chi la reputa una “misura di civiltà” volta a “proteggere la famiglia” e a difendere la piccola distribuzione dai giganti del settore, e chi invece la critica, sostenendo che a rischio ci siano molti posti di lavoro e che “la libertà non ha orari” … Leggi

I. Madama, F. Maino (2018). Conto alla rovescia per i congedi di paternità. Percorsi di Secondo Welfare

Selezionati

Capitalismo umanistico, leadership diffusa, apprendistato



Nella rassegna stampa di oggi alcuni approfondimenti su: il capitalismo umanistico di Brunello Cucinelli, la lighting leadership intesa come leadership diffusa, la diffusione dell’apprendistato, la recente ricerca di ODM Consulting sul welfare aziendale

F. D. Perillo (2018). Capitalismo umanistico: fare impresa nell’era del lavoro liquido. BenEssere Organizzativo

Nel parco della bellezza di Brunello Cucinelli, a Solomeo in provincia di Perugia, tra 100 ettari di orti, frutteti, olivi e vigneti, in antiche strutture restaurate con il rigoroso rispetto dei materiali, vi lavorano in 1.000. Altri 1.700 sono sparsi all’estero e 3mila nei 300 laboratori esterni … Leggi

B. Cucinelli (2018). Il sogno di Solomeo. Feltrinelli

Selezionati

Sostenibilità, migranti, competenze e reti di imprese



Riprendiamo, dopo alcune settimane di pausa, con una nuova rassegna stampa su: il problema della sostenibilità dei progetti e della responsabilità sociale, diventato ancora più attuale e importante, dopo la recente tragedia di Genova; l’accoglienza e l’integrazione dei migranti, alla luce dei benefici, rilevati con dati oggettivi, che la loro presenza comporta sul territorio italiano; lo sviluppo di competenze all’interno dei sistemi delle reti di imprese secondo un recente studio INAPP (Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche).

M. Calderini (2018). Calderini: “Per promuovere la sostenibilità bisogna essere radicali”. Il Corriere

Ricorderemo questi mesi come quelli nei quali è diventato evidente, su scala globale, quale sia il prezzo vero ed ultimo della non sostenibilità: lo sgretolamento delle istituzioni, lo svuotamento culturale e valoriale delle stesse e le conseguenti imprevedibili trasformazioni sociali e del nostro vivere civile. Benché avessimo previsto un conto salatissimo per la sostenibilità mancata, lo avevamo immaginato differito nel tempo e non certo in questa forma così improvvisa e violenta … Leggi

M. Ferrera (2018). Perché l’immigrazione, se affrontata con lungimiranza, può essere la soluzione a molti problemi dell’Italia. Percorsi di Secondo Welfare

Selezionati

Orario lavorativo ridotto, volontariato di impresa, problemi di leadership



Nella rassegna stampa di oggi alcuni approfondimenti su: riduzione dell’orario lavorativo garantendo la stessa produttività e mantenendo invariati i i livelli salariali, la diffusione del volontariato di impresa, nuove possibilità di business per artigiani e piccole imprese, i problemi della leadership in azienda legati al cambiamento.

A. Alba (2018). Welfare, l’azienda che regala due ore e il week-end lungo: “Si chiude venerdì alle 14”. Corriere del Veneto

Lavorare meno ma garantire gli stessi risultati. Ed ottenere la stessa paga di prima. È l’equazione che, alla Salvagnini Italia di Sarego, i vertici aziendali da una parte e Fim Cisl, Fiom Cgil e Rsu dall’altra provano a far quadrare con un accordo integrativo contenente un’innovazione assoluta: in produzione e negli uffici si lavorerà 38 ore a settimana, con un salario di 40 ore retribuite. «La sperimentazione parte a settembre e se tutto va bene, come siamo certi, a gennaio entrerà in vigore per tutti i circa 750 dipendenti» … Leggi

G. Perrone (2018). Welfare aziendale, se il tempo libero vale più del denaro. Risorse Umane e non Umane

Recensioni

4 Libri agosto 2018: responsabilità sociale, impresa inclusiva



Abbiamo selezionato 4 libri, che speriamo possano piacerti. Alcuni trattano temi di cui parliamo anche sul nostro blog, altri spaziano un po’, ma rimangono nel campo della valorizzazione delle risorse e del capitale, di cui dispone ciascuno di noi. Buona lettura:

M. Guerci, P. Iacci, S. Pulcher (2018). L’impresa inclusiva. LGBT e diversity in azienda. Guerini Next

In Italia vi sono più di un milione di lavoratrici e lavoratori omosessuali, lesbiche, bisessuali e transgender. Dei loro diritti nella società civile molto si è ultimamente discusso in occasione dell’approvazione della legge Cirinnà sulle unioni civili. Il mondo del lavoro ha invece finora ignorato questa fetta di popolazione: da poco ci si sta accorgendo di loro come consumatori, ma nella grande maggioranza dei casi all’interno delle organizzazioni non li si considera ancora nella loro individualità. Si tratta di una diversità facilmente occultabile e tutti preferiscono ignorarla o considerarla alla stregua di un fenomeno circoscritto ad alcuni settori specifici come la moda. Niente di più lontano dalla realtà … Leggi

cover impresa inclusiva Guerci Iacci 2018

Selezionati

Etica digitale, stress, adozione lavorativa



Nella rassegna stampa di oggi, gli approfondimenti riguardano: l’importanza della diversity nel processo di digitalizzazione delle imprese; il peso dello stress sulle malattie cardiovascolari nei luoghi di lavoro; la valutazione dei rischi nelle micro, piccole e medie imprese; l’applicazione dell’adozione lavorativa a distanza quando costituisce una buona pratica e viene applicata secondo quanto previsto dalla legge 68/99; un motore di ricerca che favorisce il web etico.

R. Boccalari(2018). Diversity, etica digitale e HR del futuro. HR Online

Anche la recente ricerca condotta da Linkedin sui “Global Recruiting Trends” ha individuato nella Diversity il trend di gran lunga più impattante sulle prassi HR nei prossimi anni. La diversity si declina in segmentazioni diverse e crea profili di motivazioni, valori e attese differenti. La Value Proposition dovrà quindi perseguire sempre più quell’idea di “personalizzazione del servizio” che è nata ed è diventata l’autentico sogno del Marketing, per poi estendersi al mondo delle HR, all’insegna dell’equivalenza gestionale “Client Relationship Management=People Relationship Management … Leggi

S. Lenardon (2018). Dalla gestione dello stress alla stress balance. HR Online

Selezionati

Diversità e uguaglianza, buona educazione al lavoro, integrità fisica del lavoratore



Nella rassegna stampa di oggi alcuni approfondimenti su: differenza tra diversità e uguaglianza che non sempre vanno di pari passo; la cattiva abitudine, diffusa in molti ambienti lavorativi, di rispondere a domande solo facendo riferimento a un manager uomo, mentre sarebbe buona educazione rispondere a una collaboratrice donna se è questa ad averla posta; buone pratiche di welfare in alcune PA; integrità fisica del lavoratore in casi di vessazione, mobbing e stress lavoro-correlato.

K. Malik (2018). We’re now confusing diversity and equality. Which is our priority?. The Guardian

What do we mean by diversity? And why is it good – or not? For all the myriad debates about diversity today, such questions are rarely addressed in any depth. The latest hoo-ha was generated by a Lionel Shriver column in the Spectator, which questioned publisher Penguin Random House’s pledge to make the company more diverse. “We want both our new hires and the authors we acquire to reflect UK society by 2025,” PRH says on its website … Leggi

P. Clark (2018). Volete essere un buon capo? Non date risposte solo ai colleghi maschi. Il Sole 24 ORE.

Selezionati

Rapporto McKinsey, assumere chi pensa in modo diverso, smart working ma non per tutti



Nella rassegna stampa di oggi gli ultimi approfondimenti su: le competenze richieste nel mercato del lavoro secondo l’ultimo rapporto McKinsey, l’assunzione di persone con autismo, la diminuzione del gender gap nelle startup (almeno in alcune aree geografiche), lo smart working solo per una piccola percentuale di lavoratori in Italia, nuove frontiere del welfare aziendale come l’outplacement.

J. Bughin et al. (2018). Skill shift: Automation and the future of the workforce. McKinsey

Skill shifts have accompanied the introduction of new technologies in the workplace since at least the Industrial Revolution, but adoption of automation and artificial intelligence (AI) will mark an acceleration over the shifts of even the recent past. The need for some skills, such as technological as well as social and emotional skills, will rise, even as the demand for others, including physical and manual skills, will fall. These changes will require workers everywhere to deepen their existing skill sets or acquire new ones. Companies, too, will need to rethink how work is organized within their organizations … Leggi

A. Clegg (2018). Volete incrementare le entrate? Assumete chi pensa in modo diverso. Il Sole 24 ORE

Selezionati

Genitori risorse per le imprese, valutare l’impatto sociale, competenze digitali



Nella rassegna di oggi, alcuni interessanti approfondimenti: le competenze dei genitori saranno sempre più indispensabili per le imprese; valutare l’impatto sociale è una grande opportunità per le aziende; come si fa team building nelle attività formative; la ricerca annuale DESI conferma, purtroppo, che i cittadini italiani sono molto indietro rispetto a quelli degli altri Paesi Europei in tema di competenze digitali, un libro sulla rappresentazione della finanza, del lavoro e della società al cinema.

N. Anzani (2018). Così i genitori diventano le risorse del futuro. Tuttowelfare

Problem solving in situazioni complesse; pensiero critico; creatività; gestione delle persone; capacità di coordinarsi con gli altri; intelligenza emotiva; capacità di giudizio e di prendere decisioni; orientamento al servizio, negoziazione; flessibilità. E’ questa la classifica delle 10 competenze più richieste dal mondo lavorativo a partire dal 2020 individuate durante l’ultimo World Economic Forum (WEF). «E le aziende, come dicono i più blasonati guru di management, devono velocemente attrezzarsi per avere a bordo personale con queste soft skill se non vogliono perdere terreno sul fronte della competitività … Leggi

S. Castello (2018). Valutare l’impatto sociale, un’opportunità per le aziende. Tuttowelfare

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

desc="" group="Public"]

Iscrizione Newsletter