Button Text! Submit original article and get paid. Find out More

Formazione e intenzione imprenditoriale: una relazione complessa



Nel 2006 la CE ha inserito l’imprenditorialità tra le 8 competenze chiave
per l’apprendimento permanente.
Nei successivi Programmi Europei, come Education and Training (ET) 2020 e documenti della Ce, come la comunicazione Entrepreneurship Action Plan 2020, viene sottolineata la sua rilevanza strategica per stimolare la crescita economica in Europa.

Al fine di recepire le direttive europee, in Italia l’imprenditorialità è stata inclusa nei curricula scolastici come materia interdisciplinare, le cui modalità di insegnamento sono lasciate alle autonomie scolastiche.
Diversi contributi, come gli studi dell’ISFOL
descrivono i progetti e le iniziative portate avanti dalle scuole negli ultimi anni, mentre il CNR ha sviluppato alcuni progetti europei, con l’impiego delle ICT e delle nuove metodologie didattiche, come i serious games, per motivare e migliorare i risultati dell’apprendimento.

Ma, a fronte di tali iniziative, quali sono i risultati tangibili nel breve, medio e lungo termine?
Quale rapporto esiste esattamente tra la formazione all’imprenditorialità e lo sviluppo reale di un’impresa?

La relazione tra la formazione e l’intenzione imprenditoriale

Numerosi studi hanno analizzato la relazione tra la formazione all’imprenditorialità e l’intenzione imprenditoriale.
I risultati, non sempre omogenei, sostanzialmente confermano l’effetto positivo della formazione sull’intenzione imprenditoriale, ma questo effetto è piccolo e sembrerebbe dare i suoi frutti nel lungo periodo, piuttosto che nel breve o medio termine.

Gli effetti a lungo termine

Pochissimi sono gli studi condotti tra gli studenti delle scuole secondarie e con un disegno longitudinale.
Tra questi, il lavoro di Elert e coll. (2015)
prende in esame i dati incrociati di tre database dei cittadini svedesi, in un arco temporale di 16 anni a partire dalla scuola secondaria di secondo grado, confrontando quelli che durante il periodo scolastico avevano seguito un percorso formativo sull’imprenditorialità con quelli che non avevano seguito alcun percorso.

La constatazione di partenza dello studio è che a causa dell’esiguità di ricerche longitudinali e condotte nel contesto scolastico,

  • E’ difficile stabilire quali competenze i programmi di formazione imprenditoriale possano favorire;
  • non è possibile identificare i meccanismi che facilitano l’accumulo di capacità imprenditoriali;
  • l’allocazione di risorse destinate a tali programmi è altamente incerta.

I risultati evidenziano che i programmi di formazione imprenditoriale seguiti durante il periodo scolastico:

  • hanno effetti a lungo termine sulla successiva performance imprenditoriale;
  • hanno un’influenza positiva sui redditi da impresa, misurati nel periodo di avvio dell’attività;
  • non incidono, invece, sulla sopravvivenza dell’impresa

Fattori e condizioni

Lo studio di Bae e coll.
del 2014 analizza i fattori e le condizioni che incidono sulla relazione tra formazione e intenzione imprenditoriale.

In riferimento alla tipologia del corso (semestrale o workshop, che tratti il temi del business o degli investimenti), e ad alcune caratteristiche demografiche (genere, background familiare)
nessuno di questi elementi incide sull’intenzione imprenditoriale. Questo è probabilmente dovuto alla complessità di quest’ultimo costrutto.

Tre tratti culturali rrafforzano l’intenzione imprenditoriale:

  • alti livelli di collettivismo;
  • bassi livelli di egualitarismo di genere;
  • bassi livelli nell’evitamento dell’incertezza.

Un risultato particolarmente interessante evidenziato nello studio è che non si hanno effetti significativi quando si controlla l’intenzione iniziale. Ciò significa che l’intenzione è una variabile più stabile di quanto solitamente si tende a pensare.
Per questo, se l’obiettivo è quello di cambiare l’intenzione imprenditoriale, la formazione all’imprenditorialità dovrebbe essere migliorata e molto più mirata.

Le conoscenze e le competenze imprenditoriali, il comportamento reale o le performance sarebbero costrutti più adeguati rispetto all’intenzione per valutare gli effetti della formazione imprenditoriale.

Consulta il database per trovare altre risorse su questo argomento

Add a Comment

UA-72062421-1

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

Iscrizione Newsletter