La certificazione delle competenze con gli open badge



secondo la definizione della Mozilla Foundation – che per prima ha lanciato la proposta nel 2011 – un badge è un simbolo o un indicatore di un obiettivo raggiunto, di abilità, di qualità o interessi dimostrati.
Per questo sono utilizzati, in contesti diversi, per stabilire gli obiettivi , motivare i comportamenti , rappresentare i risultati e comunicare il successo di un’attività.

Il sistema aperto Mozilla OBI ha lo scopo di fornire un ambiente strutturato e standardizzato, in cui i digital badge sono utilizzati per il riconoscimento sia dell’apprendimento formale che informale. L’ OBI fornisce una piattaforma per la verifica, la portabilità , la creazione e la raccolta di digital badge, con metadati associati necessari per la loro accettazione come credenziali utili.
Il termine metadati, che significa “dati sui dati”, si riferisce alle indicazioni descrittive inserite in un flusso di dati , che forniscono informazioni sui contenuti a una macchina.

Dato che il sistema è basato su uno standard aperto (open), i badge possono derivare da diverse organizzazioni erogatrici (cioè strutture che li rilasciano) ed essere combinati, da coloro che li hanno ricevuti, in modo da creare la propria personale storia dei risultati raggiunti sia offline che online. Possono, inoltre, essere visualizzati su qualunque sito (social network, blog,
piattaforma) ritenuta opportuna dai loro possessori, per mostrarli e/o condividerli per il lavoro, l’istruzione o la formazione permanente.

I badge nell’istruzione e nella formazione

L’articolo Digital badge in education del 2015
di Gibson e collaboratori, sottolinea come I digital badge forniscano nuovi strumenti facilmente disponibili e convenienti per le attività didattiche online, evidenzia le linee entro cui si sono diffusi finora e delinea i possibili scenari evolutivi del loro utilizzo.

Diffusione

La diffusione dei badge digitali è stata possibile grazie alla intersezione tra campi diversi: i giochi digitali, i sistemi di reputazione online nel settore dell’e-commerce (come eBay e Amazon), e la cultura dei media, paragonabile all’usanza storica di assegnare il riconoscimento tramite icone di stato fisici, come nastri, medaglie e trofei.
L’assegnazione di un digital badge può verificarsi in una varietà di modi che vanno, per esempio, dai risultati di libere scelte su siti web, all’assunzione di impegni online, al raggiungimento di benchmark delle performance e alle valutazioni formali e informali.
Un esempio è fornito dal social media Foursquare
in cui l’assegnazione di badge incoraggia gli utenti a utilizzare il social network di frequente, per accumulare così credito, riconoscimento e prestigio all’interno della comunità online.
Questo, non solo motiva i comportamenti desiderati, ma garantisce la fedeltà al brand e la fidelizzazione dei clienti

Aree d’interesse

Le implicazioni relative all’uso dei digital badge nell’education riguardano almeno 4 aree, di cui le prime 3 sono connesse ai sistemi di insegnamento/apprendimento e l’ultima alla ricerca.

motivazione

L’utilizzo dei badge per accumulare punti e creare classifiche costituisce un elemento di gamification, che permette agli studenti di competere con se stessi o con gli altri, di sapere quanto sono vicini alla realizzazione di un obiettivo, costruire la propria reputazione.
In questo modo, i badge motivano chi apprende a impegnarsi costantemente, aumentando il tempo speso per dedicarsi al compito, e supportano l’acquisizione di abilità attraverso la performance.

Riconoscimento e crediti

Esiste una certa flessibilità sulle abilità che possono essere riconosciute e certificate con i badge.
competenze come la collaborazione, il pensiero imprenditoriale o le abilità sociali, che non sono normalmente riconosciuti all’interno di corsi di laurea o di percorsi professionalizzanti, potrebbero essere supportate da un badge che punta a un video di quelle abilità in azione.
Un badge digitale può quindi rappresentare un nuovo tipo di misurazione e metodo per visualizzare i risultati raggiunti e lo status, in quanto è digitalmente legata a ulteriori rappresentazioni dell’abilità, della conoscenza o delle attività cui fa riferimento.

Evidenza del risultato ottenuto

Quest’aspetto riguarda la trasparenza, garantita dal corretto utilizzo dei metadati (vd sopra). Un esempio proposto dagli autori, è rappresentato dagli e-portfolio che visualizzano classifiche e valutazioni dei badge, consentono a un ampio pubblico di vedere, riflettere, riconoscere le differenze e dare giudizi di qualità sui manufatti creati durante le esperienze di apprendimento.

Questioni di ricerca

Gli autori individuano alcune questioni di ricerca che necessiteranno, da qui a breve, di risposte:

  1. In che modo i badge influenzano la motivazione intrinseca, mediante la gamification e l’esperienza di apprendimento?
  2. In che modo i sistemi formali di istruzione si adatteranno se le aziende iniziano ad assumere il personale in base alle collezioni di badge, piuttosto che alle certificazioni da loro rilasciate?
  3. Se un ecosistema globale di badge diventa alternativo ai tradizionali sistemi di rilascio di crediti, come risponderà l’istruzione superiore?

Consulta il database per trovare altre risorse su questo argomento

Iscriviti alla newsletter

Add a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

Iscrizione Newsletter