Button Text! Submit original article and get paid. Find out More

Oltre il diversity management, smart working, welfare



Di seguito alcuni tra i più recenti paper che arricchiscono il database

A. Lazazzara (2017). Diversity Management: oltre la formazione, verso l’integrazione con i sistemi HR e la strategia di business.
BTLab

La domanda volutamente provocatoria “Formare al diversity management o superare il diversity management?” da cui ha preso avvio questo learning talk ha suscitato molte reazioni tra gli esperti che vi hanno preso parte ed ha portato verso una tesi conclusiva. Siamo cioè giunti a quel momento cruciale di non ritorno nello sviluppo e diffusione di una pratica – in questo caso il diversity management (DM) – tale per cui il non fare è più rischioso del fare (e, magari, sbagliare). Sono oramai lontani i tempi pionieristici in cui le aziende più lungimiranti si lanciavano in sperimentazioni isolate per valorizzare gli aspetti di diversità individuale, e il corpus di conoscenze teoriche e pratiche sul tema è oramai in fase di consolidamento … Leggi

L. Pogliana (2017). Lavoratori ‘protetti’: le buone aziende non aspettano le buone leggi. Leadership & Management Magazine

In questo momento c’è molta attenzione sulle nuove norme entrate in vigore per le ‘categorie protette’ (numero di assunzioni obbligatorie, interventi formativi preliminari…). Limitiamoci a dire che se una legge forza pregiudizi e barriere culturali è un passo positivo e necessario, perché va contrastata una cultura arretrata: molte aziende, per esempio, cercano di non superare il numero di dipendenti che obbliga a un’assunzione ‘protetta’, oppure queste persone sono utilizzate solo per lavori non qualificati … Leggi

M. C. Origlia (2017). Da ASLAWomen il primo Codice delle pari opportunità a portata di tutti. il Sole 24 Ore

Volete sapere le ultime novità con tanto di testo aggiornato delle norme, raccolta giurisprudenziale e commento chiaro e comprensibile sulla legge delle unioni civili e le convivenze di fatto? Oppure siete interessati a capire quali sono le misure di legge contro la violenza nelle relazioni familiari? O, ancora, come funzionano le quote di genere nelle società a capitale pubblico? Da pochi giorni è possibile grazie al lavoro realizzato dalle avvocate di ASLAWomen, la sezione femminile di ASLA, l’associazione che raccoglie i principali studi legali associati d’Italia, che hanno messo a punto il Codice delle pari opportunità, una raccolta commentata di tutte le leggi vigenti in materia … Leggi

G. Gabrielli (2017). Le sfide di Human Resource Management dello Smart working. BTLAB

Sono in molti a pensare che l’epoca in cui siamo entrati sarà ricordata soprattutto per la sua attitudine a ridisegnare progressivamente il lavoro facendolo diventare “senza tempo e senza luogo”. Un lavoro che conosce nuove forme rese possibili dalla tecnologia che, grazie a potenti devices sempre più smart e a piattaforme collaborative, rendono marginale – facendogli perdere quella centralità ricoperta per tutto il secolo scorso – l’individuazione del luogo (azienda, fabbrica, ufficio) dove erogare la prestazione … Leggi

M. Minghetti (2017. Smart Working e Smart Worker. BTLAB

Questa peculiare evoluzione ha fatto sì che oggi le politiche aziendali di Smart Working vadano ad articolarsi secondo  un “combinato disposto”, per utilizzare un termine caro a chi opera in HR, di questo tipo: le aziende (vedi il caso archetipico di Barilla), da una parte, tendono sempre di più a far sì che strati ampi di popolazione aziendale svolgano le attività professionali da remoto per almeno 1/2  giorni alla settimana; dall’altra, a ripensare completamente gli spazi di lavoro degli uffici per consentire che il lavoro sviluppato in ambiente “analogico” sia coerente (in termini di modelli valoriali, mindset, sistemi di governance, stili di leadership diffusi, eccetera) a quello collaborativo prodotto in community online … Leggi

G. Gabrielli (2017). Welfare Aziendale e Gestione delle Risorse Umane. Leadership & Management Magazine

Remunerare i collaboratori è considerata da sempre attività fondamentale per il funzionamento delle imprese e per la gestione delle risorse umane, anche se l’intensità del legame di questa pratica con la strategia dell’impresa e con i comportamenti dei collaboratori è mutata nel tempo. Nell’epoca industriale alla retribuzione è assegnato il ruolo di valore di scambio per ottenere dal lavoratore la messa a disposizione di tempo, energie e capacità che l’impresa organizza autonomamente per produrre beni e servizi. Successivamente il significato e le finalità della remunerazione si ampliano … Leggi

Iscriviti alla newsletter

Add a Comment

UA-72062421-1

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

Iscrizione Newsletter