Button Text! Submit original article and get paid. Find out More

Sviluppo delle competenze digitali nelle PMI, buone pratiche di welfare aziendale, il lavoro dell’innovation broker



Nella rassegna di oggi, alcuni recenti approfondimenti su: sviluppo delle competenze digitali nelle PMI, welfare come politica di supporto al lavoro delle donne, professioni emergenti e molto richieste come l’innovation broker

A. Biffi (2018). Competenze Industry 4.0, così le pmi le adeguano al mercato. Agenda Digitale

L’attuale momento storico è particolarmente ricettivo per favorire lo sviluppo e l’aggiornamento delle competenze dei lavoratori. Competenze legate al 4.0 necessarie alle aziende per sostenere i processi di trasformazione digitale in atto nel sistema manifatturiero italiano. E questo non solo perché il Piano Nazionale Industria 4.0 identifica come direttrici chiave, da un lato, gli investimenti in innovazioni infrastrutturali e, dall’altro, lo sviluppo delle competenze ma anche in virtù di una presa di coscienza da parte delle imprese … Leggi

A. Keller (2018). Quando il welfare aziendale sostiene l’occupazione femminile. Percorsi di Secondo Welfare

In un contesto sociale caratterizzato da bisogni fluidi, complessi ed eterogenei, il nuovo welfare aziendale rappresenta una risposta concreta alle rinnovate esigenze dei lavoratori. Le soluzioni di welfare previste dal legislatore sono infatti caratterizzate da un ampio margine di flessibilità che consente una personalizzazione puntuale dell’offerta loro destinata. Si rende così possibile una selezione dei servizi di welfare mirata e focalizzata sulle diverse popolazioni aziendali, ma anche contestualizzata rispetto al territorio, ai servizi disponibili e al tessuto imprenditoriale di riferimento … Leggi

B. Weisz (2018). Industria 4.0, così può aiutare l’occupazione femminile. Agenda Digitale

Il lavoro 4.0 impone una preparazione sempre più ampia nelle cosiddette materie STEM (science, technology, engineering and mathematics), fattore critico per le donne che sono, al momento, sottorappresentate in queste discipline. Al tempo stesso prevede criteri di flessibilità, ad esempio di orari e spazi, che invece vanno incontro alle necessità delle lavoratrici, e un’attitudine al lavoro di squadra che spesso caratterizza le competenze femminili … Leggi

N. Fedel (2018). Cross-cultural working: incroci, scontri o ponti culturali? Il Sole 24 ORE

Gli studi, le analisi, gli esperimenti sulle tematiche delle diversità culturali e degli incroci tra culture sono sempre più numerosi e approfonditi, soprattutto da quando il fenomeno della globalizzazione ha fatto diventare quotidiano e “banale” ciò che in passato era eccezionale e sconvolgente. Nessun viaggiatore italiano, oggi ad esempio, si sorprenderebbe come Marco Polo nel vedere le “stranezze” cinesi. E questo forse è l’aspetto più interessante e delicato dal punto di vista della gestione manageriale … Leggi

L. Maci (2018). Innovation broker: chi è e che cosa fa il professionista che collega gli innovatori. EconomyUp

“La più grande minaccia per l’innovazione è conservare l’informazione in un ‘silo’, un deposito chiuso” scrive in un articolo su Forbes Henry Doss, venture capitalist e Ceo di Rainforest Strategies, società di consulenza sulla scienza dell’innovazione. “Uno scambio di informazione libero e aperto – prosegue – è il carburante che alimenta l’innovazione nelle organizzazioni. Ma troppo spesso l’innovazione è recintata dentro divisioni, aree funzionali o aree geografiche separate tra loro. I broker all’interno delle aziende svolgono la funzione critica di ‘arbitraggio’ delle informazioni” … Leggi

Altri articoli su questi temi sono inseriti nel database

Iscriviti alla newsletter

Add a Comment

UA-72062421-1

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

Iscrizione Newsletter