disoccupazione Archive

Ricerche

Riallocazione delle risorse, mobilità e riforme nel mercato del lavoro europeo



Nel recente report Labour market and wage development in Europe della DG Occupazione, affari sociali e inclusione,
viene tracciato il quadro del mercato del lavoro europeo attuale, delineato il percorso che lo ha portato fino a questo punto e individuate alcune linee di sviluppo future.
Tre temi, affrontati nel report, mi sembrano particolarmente interessanti:

  • la Riallocazione delle risorse;
  • la mobilità;
  • le riforme.

Stato dell’arte

Il mercato del lavoro europeo appare in lento miglioramento, in relazione alla modesta ripresa economica.
Infatti, la disoccupazione si attesta sul 9,5% nell’UE, tornando così ai livelli del periodo precrisi e iniziano a scomparire le differenze tra i mercati dei diversi Paesi.
Le dinamiche che hanno innescato la ripresa sono riconducibili:

  • ai consumi privati;
  • al miglioramento delle aspettative;
  • alle misure di supporto al lavoro;
  • alle riforme strutturali.

Da aprile 2015 è aumentata la fiducia nella ripresa economica e le analisi mostrano come nuovi investimenti potranno ulteriormente favorire la crescita.

La diminuzione della disoccupazione è legata alla riduzione dei tassi di inattività, mentre la ricerca di lavoro continua a essere ben al di sotto dei livelli precrisi.
I livelli di attività si dimostrano “resilienti”, grazie alla partecipazione attiva di donne, lavoratori anziani e, al contributo da parte di familiari che, condividendo i loro redditi, hanno accresciuto quello familiare.

Tra i principali problemi da risolvere si annoverano:

  • l’aumento di persone scoraggiate, che hanno smesso di cercare lavoro in quanto convinte che non sia possibile trovarlo;
  • il tasso di disoccupazione giovanile, notevolmente aumentato nel periodo di crisi, data la sua sensibilità alle fluttuazioni del mercato;
  • la modesta crescita dei salari.

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

Iscrizione Newsletter