intenzione imprenditoriale Archive

Istruzione & Formazione

Formazione e intenzione imprenditoriale: una relazione complessa



Nel 2006 la CE ha inserito l’imprenditorialità tra le 8 competenze chiave
per l’apprendimento permanente.
Nei successivi Programmi Europei, come Education and Training (ET) 2020 e documenti della Ce, come la comunicazione Entrepreneurship Action Plan 2020, viene sottolineata la sua rilevanza strategica per stimolare la crescita economica in Europa.

Al fine di recepire le direttive europee, in Italia l’imprenditorialità è stata inclusa nei curricula scolastici come materia interdisciplinare, le cui modalità di insegnamento sono lasciate alle autonomie scolastiche.
Diversi contributi, come gli studi dell’ISFOL
descrivono i progetti e le iniziative portate avanti dalle scuole negli ultimi anni, mentre il CNR ha sviluppato alcuni progetti europei, con l’impiego delle ICT e delle nuove metodologie didattiche, come i serious games, per motivare e migliorare i risultati dell’apprendimento.

Ma, a fronte di tali iniziative, quali sono i risultati tangibili nel breve, medio e lungo termine?
Quale rapporto esiste esattamente tra la formazione all’imprenditorialità e lo sviluppo reale di un’impresa?

La relazione tra la formazione e l’intenzione imprenditoriale

Numerosi studi hanno analizzato la relazione tra la formazione all’imprenditorialità e l’intenzione imprenditoriale.
I risultati, non sempre omogenei, sostanzialmente confermano l’effetto positivo della formazione sull’intenzione imprenditoriale, ma questo effetto è piccolo e sembrerebbe dare i suoi frutti nel lungo periodo, piuttosto che nel breve o medio termine.

Gli effetti a lungo termine

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

Iscrizione Newsletter