internazionalizzazione Archive

Risorse Umane

Il capitale umano nelle piccole e medie imprese



In generale, il capitale umano comprende le conoscenze, le abilità e i talenti insiti in ciascuno di noi.

Nello specifico, il capitale umano imprenditoriale è il risultato della combinazione di diverse componenti:

  • le abilità innate;
  • le conoscenze e le abilità acquisite attraverso l’istruzione e la formazione;
  • le conoscenze e le abilità acquisite attraverso l’esperienza o all’interno del contesto familiare;
  • le conoscenze e le abilità assorbite attraverso le relazioni sociali.

L’importanza che ciascuna di queste componenti può assumere, dipende dalle opportunità di mercato, dalle specifiche caratteristiche del settore di riferimento in termini di domanda finale e di tecnologie richieste.
Il quadro istituzionale, cioè il grado di regolamentazione dei mercati, l’effettività delle norme, ecc., sia interno che internazionale contribuisce a determinare i vantaggi competitivi di cui possono godere gli imprenditori.

Risorse Umane

Internazionalizzazione delle imprese italiane



Con il termine internazionalizzazione si intende l’espansione dell’impresa al di fuori del proprio mercato nazionale. L’internazionalizzazione può avvenire secondo 3 modalità:

  • esportare i propri prodotti saltuariamente o regolarmente;
  • ricercare partnership più stabili con società estere tramite accordi di varia natura;
  • costituire vere e proprie sussidiarie.

Secondo i dati riportati da un recente studio della Banca d’Italia
la presenza delle imprese italiane all’estero è notevolmente aumentata tra il 2004 e il 2011. Infatti:

  • nel 2011 l’internazionalizzazione interessava un terzo delle imprese industriali con almeno 50 addetti (da meno di un quarto nel 2004);
  • l’incidenza è inferiore nel settore dei servizi, dove solo il 24 per cento delle imprese era presente all’estero nel 2011, ma anche in questo caso l’aumento dal 2004 è netto;
  • la stessa crescita ha riguardato anche le imprese con un numero di addetti compreso tra 20 e 49, seppure su valori assoluti minori, come era naturale aspettarsi per i costi fissi legati all’internazionalizzazione produttiva, difficilmente affrontabili da imprese di modeste dimensioni.

Diffusione per aree geografiche, dimensioni e settore

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

Iscrizione Newsletter