Selezionati Archive

Selezionati

Salute e lavoro, ruolo etico delle aziende sui social

Nella rassegna stampa di oggi, alcuni approfondimenti su: l’importanza della salute per il benessere organizzativo; l’orario di lavoro come l’abbiamo conosciuto ormai obsoleto; la diversity sempre più importante per le aziende secondo il World Economic forum; il ruolo etico delle aziende sui social grazie alle community.

F. Albergo (2019). Se la salute conta più del fatturato. Tuttowelfare

Un dipendente sano è più felice. Un dipendente felice è più produttivo. Da diversi anni le aziende hanno compreso che, per avere successo, è importante prendersi cura delle proprie persone. Dopo aver introdotto ogni tipo di benefit, le organizzazioni più illuminate stanno introducendo servizi sempre più innovativi … Leggi

M. Sisti (2019). L’orario di lavoro 9-17? Un reperto archeologico, e il modo peggiore di organizzare la giornata. Business Insider

Recensioni

Le politiche aziendali di diversity management – II Edizione

L’e-book Le Politiche aziendali di Diversity Management è suddiviso in 7 capitoli, contenenti gli articoli sul diversity e sul disability management pubblicati su LabLavoro.
Il tema delle diversità in azienda viene approfondito con l’analisi dei processi, delle dinamiche e delle competenze a livello organizzativo, di team e individuale. Uno spazio particolare è dedicato a age management e disability management.

Riportiamo qui l’indice, mentre per leggerlo integralmente o scaricare la versione PDF: vai qui

1 Premessa

2 Diversity management: definizioni, gruppi e leadership

2.1 Diversità nei luoghi di lavoro

2.2 Gruppi di lavoro diversificati (diverse team)

2.2.1 Buone pratiche di team management

2.3 Il ‘diverso’ nel team: stereotipi, identificazione, performance

2.3.1 Percezione delle diversità

2.3.2 Identificazione collettiva con il team

2.3.3 Alcune strategie

2.4 Stili di leadership nella gestione delle diversità nei luoghi di lavoro

2.4.1 Tipologie di leadership

2.4.1.1 Stile di leadership eroico
2.4.1.2 Stile di leadership affiliativo
2.4.1.3 Stile di leadership coinvolgente

2.4.2 Visioni delle diversità

2.4.2.1 Discriminazione ed equità
2.4.2.2 Accesso e legittimità
2.4.2.3 Apprendimento ed efficacia

2.5 Leadership etica

2.5.1 Misure per supportare la leadership etica

2.5.1.1 Programmi formativi
2.5.1.2 Comunicazione interna
2.5.1.3 Valutazione

2.5.2 Come si comporta il leader etico

2.6 Donne leader nelle imprese

2.6.1 Le donne manager sono più sensibili alle esigenze dei lavoratori

2.6.2 Regolamentazione o scelta strategica

2.7 Leadership e Diversity Management nella Pubblica Amministrazione

2.7.1 Normativa

2.7.2 stile di leadership e commitment

2.7.3 Come si comporta il leader trasformativo

2.7.4 prospettive future

3 Competenze per il diversity management

3.1 Introduzione

3.1.1 Competenze organizzative di diversity management

3.1.2 Questionario

3.2 Comunicazione formale e informale nelle organizzazioni

3.2.1 Competenze di comunicazione

3.2.2 I problemi

3.3 Intelligenza emotiva: quanto contano nel lavoro le emozioni?

3.3.1 Cosa si sa dei meccanismi con cui le emozioni influenzano i nostri comportamenti?

3.3.2 Emozioni e vita lavorativa

3.3.3 Empatia

3.4 Accountability nei programmi di diversity management

3.4.1 Accountability organizzativa

3.4.2 Come attuare l’accountability

3.5 Competenza morale

3.5.1 Competenza morale e accountability

3.5.2 Self-accountability

3.5.3 Effetti della competenza morale

3.5.4 Formazione sulla competenza morale

4 Politiche, programmi e strumenti per il diversity management

4.1 Programmi di diversity management nelle organizzazioni

4.2 Formazione

4.2.1 Progettare percorsi formativi efficaci

4.2.2 Valutare i risultati della formazione aziendale sul diversity management

4.2.2.1 Impatto e prospettive

4.3 Pratiche di diversity management alternative

4.3.1 Etnicità e uguaglianza in azienda

4.3.2 Politiche antidiscriminatorie, attività sociali, team multietnici

4.3.3 Valutazione delle performance e del potenziale

4.3.4 Flessibilità nel lavoro

4.4 Diversità basate su identità nel settore alberghiero

4.4.1 Pratiche di diversity management formali e informali, esplicite e implicite

4.4.1.1 Recruitment
4.4.1.2 Formazione e sviluppo
4.4.1.3 Gestione delle performance

4.4.2 In conclusione

4.5 Welfare aziendale

4.6 Le Diversity charter

4.6.1 Temi emergenti

4.6.2 Criticità sulle diversity charter

5Criticità ed efficacia del diversity management

5.1 Meritocrazia e disuguaglianze in azienda

5.1.1 Enfasi sulla meritocrazia e discrezionalità dei manager

5.1.2 Meccanismi del paradosso della meritocrazia

5.1.3 Selezione dei dirigenti e sostegno a gruppi minoritari

5.1.3.1 Implicazioni pratiche

5.2 Potere, intersezionalità e profitto

5.2.1 Relazioni di potere

5.2.2 Intersezionalità

5.2.3 Performance e profitto

5.3 Valutare l’efficacia delle politiche di diversity management

5.3.1 Formazione, uso dei test nel recruitment, valutazione delle performance

5.4 Successo delle politiche di diversity management

6 Age management

6.1 Il quadro in Europa

6.2 Pratiche aziendali di age management in Italia

6.2.1 Pratiche di age management nelle PMI

6.3 Diversità generazionali al lavoro: tra realtà e stereotipi

6.3.1 Differenze d’età

6.3.2 Stereotipi comuni

6.3.3 Come fare

6.4 Diversità generazionale e stile di leadership

6.4.1 Baby boomers

6.4.2 Generazione X

6.4.3 Generazione Y

6.4.4 Generazione Z

6.5 La gestione della diversità generazionale e i comportamenti di cittadinanza organizzativa

6.5.1 OCB e gestione della diversità per età

6.5.2 Misure a sostegno dell’ageing

6.5.3 Intervento di age management

7Disability management

7.1 Definizione

7.2 Atteggiamenti verso le politiche retributive

7.2.1 Fiducia

7.2.2 Allineare politiche e pratiche

7.3 Giovani laureati con disabilità

7.4 Buone pratiche negli enti locali: Il progetto “Lavori Possibili”

7.5 Difficoltà di attuazione

7.5.1 Accomodamenti ragionevoli

7.6 Il disability manager

7.7 Indicazioni pratiche

7.8 Prospettive future

8 Risorse bibliografiche

Iscriviti alla newsletter

Selezionati

Diversity come valore, work-life balance, assistente sociale in azienda

Nella rassegna stampa di oggi alcuni recenti approfondimenti su: buone pratiche di diversity management in Janssen, l’assistente sociale in azienda al servizio dei dipendenti per migliorare il benessere, la nuova direttiva europea su work-life balance, l’ultimo rapporto Anpal sui servizi per il lavoro in Italia.

A. Albertin (2019). La diversity come valore. Tuttowelfare

Janssen, l’azienda farmaceutica del Gruppo Johnson & Johnson (JJ) presente in Italia dal 1975, ha deciso di distinguersi sul fronte delle politiche welfare, promuovendo politiche di diversity, parità di genere e leadership femminile …
potenziale di crescita professionale … Leggi

F. Belmonte (2019). L’assistente sociale in azienda. Percorsi di Secondo Welfare

Selezionati

Gestione del personale, fiducia e inclusione, Generazione Z

Nella rassegna stampa di oggi, gli approfondimenti riguardano: la riedizione dei principi etici e di comportamento che aveva imposto ai manager il fondatore della Ferrero, ancora molto attuali; il Rapporto 2019 sul welfare per le piccole e medie imprese; la fiducia e l’inclusione come fattori di innovazione per le imprese; i cambiamenti legati all’inserimento delle nuove generazioni sui luoghi di lavoro; il problema della mancanza di dati aggiornati per pianificare politiche efficaci per l’inserimento lavorativo delle persone con disabilità

Forbes Italia (2019). Ferrero sempre più forte, anche grazie a queste 17 regole per il personale. Forbes

Il gruppo Ferrero ha messo a segno ieri  l’ennesimo colpo di mercato sotto la gestione di Giovanni Ferrero, presidente dell’omonima azienda fondata dal nonno Pietro nel 1946. Il gruppo ha infatti annunciato l’acquisizione del business dei biscotti, degli snack alla frutta e dei gelati da Kellogg Company … Leggi

Welfare Index PMI (2019). Rapporto 2019 – Welfare Index PMI. Welfare Index PMI

Selezionati

Migranti e imprese, group-think, strategie per includere

Nella rassegna stampa di oggi, alcuni approfondimenti su: le imprese create in Italia da persone con esperienze di migrazione; il group-think come fenomeno pericoloso per il funzionamento del team; gli ostacoli allo sviluppo delle competenze nelle imprese; una strategia per l’inclusione reale delle diversità

C. M. Medaglia, L. Minio Paluello (2019). Quando il migrante fa impresa: storie di successi che fanno bene all’economia. Agenda Digitale

Negli ultimi 10 anni, l’Italia ha avuto un tasso di crescita del 54% nel numero di imprenditori provenienti da un’esperienza di migrazione. Un report di MEGA (Migrant Entrepreneurship Growth Agenda) indica che il 42% delle società create nel Belpaese nel 2017 è stata fondata da imprenditori stranieri, la maggior parte dei quali migranti o rifugiati … Leggi

E. Zappella (2019). Qualità della vita e orientamento professionale per le persone con disabilità intellettiva: uno studio di caso in Lombardia. Form@re

Selezionati

Responsabilità sociale, Garanzia Giovani, age diversity, gender pay gap

Nella rassegna stampa di oggi alcuni aprrofondimenti su: l’evoluzione del modo di intendere e attuare politiche di responsabilità sociale di impresa; i risultati in parte positivi della misura Garanzia Giovani a 5 anni dal suo avvio; l’age management come leva per l’innovazione dell’impresa; i miglioramenti legati al gender pay gap in Gran Bretagna, da quando è obbligatorio per le imprese con oltre 250 dipendenti rendere pubblici gli importi delle retribuzioni dei dipendenti.

V. Pastaro (2019). Responsabilità sociale come bene comune. BenEssere Organizzativo

Nel giro di poco più di un decennio la sostenibilità ha trasformato il modo stesso di intendere il business e l’economia ed è entrata nell’agenda politica oltre che nella strategia di tante organizzazioni. Numerose le aree che sono state investite, sia nel pubblico sia nel privato: dal cambiamento nel linguaggio ai mutamenti negli stili di vita e di consumo … Leggi

P. Vesan (2019). Garanzia Giovani: una fotografia in chiaro scuro a cinque anni dall’avvio. Percorsi di secondo Welfare

Selezionati

Inclusione 3.0, gioco e diversity, smart working

Nella rassegna stampa di oggi, alcuni approfondimenti su: il volume “inclusione 3.0” liberamente scaricabile dal sito della Franco Angeli; le tecniche del gioco per il diversity management in azienda; il rischio di riportare indietro la legge sullo smart working inserendo le priorità per donne e persone con disabilità

K. Giaconi, N. Del Bianco (a cura di) (2019). Inclusione 3.0. Franco Angeli

A partire da “Unimc for Inclusion”, una ricca settimana di incontri sul tema dell’inclusione tenutasi presso l’Università degli Studi di Macerata in occasione della Giornata Mondiale della Disabilità, le curatrici hanno voluto raccogliere gli interventi, le riflessioni, i progetti e i laboratori presentati per offrire una riflessione interdisciplinare sul tema della disabilità e dell’inclusione … Scarica libro

R. Carminati (2019). A che gioco giochiamo. Tuttowelfare

La gestione delle diversità e dell’inclusione in azienda può essere analizzata e promossa anche con esperienze virtuali ispirate al mondo del gioco. L’idea si è tradotta in realtà col progetto Diversity@Work dietro al quale si muove una società tutta al femminile … Leggi

G. Rusconi (2019). Diversità e inclusione sono «asset» fondamentali in azienda. Il Sole 24 ORE

Selezionati

Rapporto CNEL, diritti umani, inclusione in azienda

Nella rassegna stampa di oggi, alcuni recenti approfondimenti su: il XX rapporto CNEL sul mercato del lavoro e le relazioni industriali in Italia; le condizioni di lavoro disumane in Amnesty International; una legge regionale a favore delle donne vittime di violenza con particolare attenzione alle donne con disabilità; lo sviluppo della leadership feminile; come attrarre e trattenere i talenti con politiche inclusive.

CNEL (2019). XX Rapporto Mercato del Lavoro e Contrattazione Collettiva 2017-2018

Il rapporto di quest’anno tocca i principali aspetti della regolazione del lavoro e delle relazioni contrattuali: l’evoluzione dei lavori e delle condizioni dei lavoratori, le politiche attive e le politiche passive, la contrattazione collettiva e i suoi contenuti. Il rapporto raccoglie contributi diversi di esperti del CNEL, di ricercatori dell’ANPAL e dell’INAPP … Leggi

S. Scaramuzza (2019). I diritti disumani dei lavoratori di Amnesty International: un’indagine shock svela abusi di potere, razzismo e sessismo. Business Insider Italia

Un ambiente di lavoro “tossico”. Questo l’aggettivo più spesso usato dai dipendenti di Amnesty International per descrivere il clima che si respira nell’organizzazione internazionale baluardo della difesa dei diritti umani. È quanto emerge da un’indagine interna … Leggi

Info

Impiegati insoddisfatti, gender gap, business ethics

Nella rassegna stampa di oggi, alcuni recenti approfondimenti su: l’alta percentuale di impiegati insoddisfatti del proprio ambiente di lavoro; la difficile situazione delle donne nell’inserimento lavorativo, nonostante il successo della legge che prevede una quota femminile nei CDA; la business ethics come strategia aziendale.

Tech Economy (2019. Gli impiegati italiani soffrono di “insoddisfazione da ambiente di lavoro”.

Uno studio Staples MondOffice focalizzato sulle esigenze delle aziende italiane ha rilevato che una percentuale elevata degli impiegati non è soddisfatta del proprio ambiente di lavoro . Essi infatti chiedono un ambiente di lavoro in grado di aiutarli a raggiungere i loro obiettivi … Leggi

A. Casarico, S. Lattanzio (2019). Più donne nei Cda, ma per le lavoratrici nulla è cambiato. La Voce

Selezionati

Lavoratori immigrati, contratto di somministrazione per lavoratori con disabilità

Nella rassegna stampa di oggi, alcuni approfondimenti su: l’inclusione dei migranti nella forza lavoro italiana ed europea; i rischi dell’introduzione dello smart working e la sua evoluzione; lo scarso utilizzo del contratto di soministrazione per lavoratori con disabilità; il riconoscimento e la valorizzazione dell’unicità dei lavoratori in prospettiva diversity management.

S. Fabbrini (2019). L’economia ha bisogno di lavoratori immigrati. Il Sole 24 ORE

Èinsensato che il Paese si divida su come gestire 49 migranti. Si cerca di polarizzare l’opinione pubblica che polarizzata non è. Secondo una ricerca di More in Common del luglio scorso, relativa alle attitudini (opinioni non contingenti) degli italiani nei confronti dell’immigrazione, emerge che un quarto degli italiani è contrario per principio agli immigrati … Leggi

F. Maino (2018). Sfide e nuove opportunità per il benessere in azienda: quale spazio per lo smart working? Quaderni FMV

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

desc="" group="Public"]

Iscrizione Newsletter