I webinar nella formazione

Secondo la definizione che si trova su WebinarPro un webinar è un evento pubblico che avviene online, accessibile da chi vi è stato invitato o ne possiede una chiave d’accesso e che è collegato via internet.

I webinar sono tenuti su piattaforme dedicate e riguardano attività sincrone.

Il loro utilizzo è sempre più diffuso in ambiti e per scopi differenti, come le riunioni di lavoro (webmeeting, webconference), la promozione di prodotti o servizi (webmarketing), la formazione e l’aggiornamento.

Oggi vediamo nel dettaglio gli aspetti dei webinar legati alla formazione.

Cosa è importante sul piano dell’apprendimento?

Per rispondere a questa domanda facciamo riferimento a un interessante post apparso sul blog di Cathy Moore
che focalizza l’attenzione sulla chat e sull’organizzazione della presentazione.

Uno dei consigli dell’esperta è quello di includere molte domande stimolanti per i partecipanti, invitandoli a rispondere nella chat.

Le slide, invece, vanno preparate in modo da porre delle domande, che coinvolgano i partecipanti nella risoluzione di un problema o nella definizione di uno scenario.
Non si tratta di proporre sondaggi, ma di portare avanti una discussione.
Questo metodo richiede un notevole impegno, perché si devono leggere molti commenti, ma l’apprendimento è molto più profondo e le questioni sollevate faranno si che i partecipanti non si distraggano in altre attività durante la sessione.

A questo vanno associati alcuni elementi importanti:

  • una piattaforma webinar con una grande finestra di chat;
  • è necessario smettere di parlare a intervalli per recuperare quanto scritto in chat;
  • quando si sta registrando la sessione, è meglio leggere la chat ad alta voce perchè questa non viene registrata e, quindi, può creare problemi a chi ascolta la registrazione, senza aver partecipato;
  • se la chat è usata molto, alcuni partecipanti potrebbero nascondersi, evitando di partecipare attivamente. Questo è un altro motivo per fare una pausa di tanto in tanto e leggere ad alta voce i punti principali su cui si discute.

A questi si aggiungono alcuni accorgimenti di carattere tecnico/organizzativo:

  • ridurre i tempi con la creazione di una presentazione senza animazioni, il formato pdf è uno dei più validi;
  • usare una cuffia con un buon microfono, non quello predefinito del computer;
  • limitare la durata di una sessione al massimo di 90 minuti;
  • nel caso in cui si fornisca un opuscolo, può essere utile predisporre un documento che includa oltre alle slide più importanti anche testo aggiuntivo. Questo documento può essere consegnato all’inizio del webinar, o poco prima della presentazione, in modo che i partecipanti possano utilizzarlo anche per prendere appunti. Il formato dovrebbe, quindi, essere Word o comunque editabile;;
  • durante la presentazione, calcolare i tempi per la propria presentazione e lasciare molto tempo per la chat.

Come presentarsi al meglio

Riprendiamo un post pubblicato su e_Learning Industry per sottolineare alcuni accorgimenti utili per fare una buona impressione davanti a un audience che non si conosce:

  • preparare con cura la presentazione, ripetendola più volte prima della sessione;
  • iniziare la presentazione con una storia, invece che con una slide riassuntiva del proprio CV, utile per catturare l’attenzione;
  • durante la presentazione, considerato che l’attenzione dura in media 10 minuti, ma in una sessione di webinar sicuramente meno (in quanto si compete con mail, social network, ecc. dei singoli partecipanti), meglio evitare slide con troppo testo o serie infinite di elenchi, ma puntare anche su immagini, video e musica, che evitano di annoiare e favoriscono il coinvolgimento;
  • mantenere il tono di voce come in una conversazione, in quanto si sta parlando a delle persone e non a delle macchine;
  • usare la seconda persona plurale (es. “oggi imparerete a …”) al posto della prima singolare (es. “oggi vi spiego come …”), garantisce un maggiore coinvolgimento;
  • far riferimento a fatti concreti – usando infografiche, casi di studio o storie di successo – per avvalorare ciò che si sta spiegando sul piano teorico.

Vi sembrano utili questi suggerimenti? Qual è la vostra esperienza con i webinar?

Consultate il database per trovare altre risorse su questo argomento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

desc="" group="Public"]

Iscrizione Newsletter