Inclusione 3.0, gioco e diversity, smart working

Nella rassegna stampa di oggi, alcuni approfondimenti su: il volume “inclusione 3.0” liberamente scaricabile dal sito della Franco Angeli; le tecniche del gioco per il diversity management in azienda; il rischio di riportare indietro la legge sullo smart working inserendo le priorità per donne e persone con disabilità

K. Giaconi, N. Del Bianco (a cura di) (2019). Inclusione 3.0. Franco Angeli

A partire da “Unimc for Inclusion”, una ricca settimana di incontri sul tema dell’inclusione tenutasi presso l’Università degli Studi di Macerata in occasione della Giornata Mondiale della Disabilità, le curatrici hanno voluto raccogliere gli interventi, le riflessioni, i progetti e i laboratori presentati per offrire una riflessione interdisciplinare sul tema della disabilità e dell’inclusione … Scarica libro

R. Carminati (2019). A che gioco giochiamo. Tuttowelfare

La gestione delle diversità e dell’inclusione in azienda può essere analizzata e promossa anche con esperienze virtuali ispirate al mondo del gioco. L’idea si è tradotta in realtà col progetto Diversity@Work dietro al quale si muove una società tutta al femminile … Leggi

G. Rusconi (2019). Diversità e inclusione sono «asset» fondamentali in azienda. Il Sole 24 ORE

La consapevolezza della primaria importanza di diversità e inclusione sta crescendo in modo evidente nei luoghi di lavoro. L’assunto arriva da una recente ricerca condotta su scala internazionale da Lenovo (Cina, Stati Uniti, Regno Unito, Germania e Brasile i Paesi coinvolti) … Leggi

M. S. Sacchi (2019). Patrizia Grieco, presidente di Enel: «Danni economici se manca la diversità» -. Il Corriere della Sera

Patrizia Grieco, presidente di Enel, ha scalato i gradini della carriera quando ancora di questo tema non si parlava. Forse anche per questo è stata tra le sostenitrici della legge Golfo-Mosca e come presidente del Comitato governance ha fatto inserire l’equilibrio di genere nel Codice di autodisciplina delle quotate … Leggi

G. Perrone (2019). Smart working, la priorità alle neomamme snatura il lavoro agile. BenEssere Organizzativo

Con le modifiche introdotte dalla legge di Bilancio 2019, cambia la normativa sullo Smart working. Secondo quanto previsto da un emendamento presentato dalla Lega e approvato alla Camera, i datori di lavoro che stipulano accordi per l’esecuzione della prestazione di lavoro in modalità agile sono tenuti a dare priorità alle richieste di Smart working formulate dalle madri lavoratrici … Leggi

S. Ascari (2019). Bassa intensità e scarsa qualificazione: alcune evidenze sull’occupazione dal XX Rapporto CNEL. Bollettino Adapt

Tra il 2008 e il 2018, infatti, il volume delle ore lavorate non è cresciuto di pari passo con quello delle persone statisticamente occupate, poiché “dei quasi 1.300.000 posti di lavoro che hanno riportato l’occupazione al livello pre-crisi quasi il 30% sono a tempo parziale involontario” … Leggi

Altri articoli su questi temi sono inseriti nel database

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

desc="" group="Public"]

Iscrizione Newsletter