Report McKinsey, discriminazioni e salute mentale, lavoratori over 50



Nella rassegna stampa di oggi, alcuni articoli su: il report McKinsey “Women in the Workplace 2018”; discriminazioni e salute mentale sui luoghi di lavoro; lavorare a 50-60 anni; la responsabilità sociale d’impresa dopo l’entrata in vigore della legge che obbliga le grandi aziende a fornire un report non finanziario.

A. Krivkovich et al. (2018). Women in the Workplace 2018. McKinsey

Progress on gender diversity at work has stalled. To achieve equality, companies must turn good intentions into concrete action. Companies report that they are highly committed to gender diversity. But that commitment has not translated into meaningful progress … Leggi

I. Tagliabue (2018). Salute mentale e discriminazioni: un tema ancora attuale. Bollettino Adapt

Un punto di partenza fondamentale, per poter trattare un tema così delicato in modo adeguato, è l’analisi del concetto di vulnerabilità e, a tal riguardo, è sicuramente un dato positivo che, negli ultimi anni, la questione sia stata meglio approfondita. È necessario incentivare la consapevolezza che la vulnerabilità non deve obbligatoriamente essere interpretata con accezione negativa … Leggi

M. Lambrou (2018). Discriminazioni e rapporto di lavoro: su chi grava l’onere probatorio? HR Online

Come è noto, sia il Legislatore italiano che europeo hanno ritenuto opportuno apprestare una specifica disciplina ai fini della prevenzione e del contrasto a qualsiasi forma di discriminazione che possa avere luogo nel corso del rapporto di lavoro … Leggi

P. Checcucci (2018). Lavorare a 50-60 anni, quale futuro nell’economia digitale. Agenda Digitale

I profondi mutamenti che stanno avvenendo nella struttura demografica della popolazione e delle organizzazioni produttive e l’imminente avvicendarsi sul mercato del lavoro di coorti meno numerose rispetto a quelle dei baby boomers rischiano di esporre le imprese italiane, come tutto il sistema economico europeo ad un esteso fenomeno di skills shortage … Leggi

G. Giudici et al. (2018). Il 2018 è l’anno della responsabilità sociale d’impresa: ecco i vantaggi (non solo per le grandi aziende). EconomyUp

Da quest’anno, in base a una legge che recepisce una direttiva europea, le grandi società di interesse pubblico sono obbligate a pubblicare una dichiarazione non finanziaria su politiche, rischi e risultati relativi alla sostenibilità aziendale. Molte già lo facevano, le small cap meno. Invece è un’occasione di trasparenza … Leggi

R. Carminati (2018). Obiettivo: comunicare ai dipendenti. Tuttowelfare

La gestione efficace e razionale dei network aziendali può garantire risultati interessanti sul fronte del coinvolgimento dei dipendenti e di conseguenza sulla produttività. E le case history che lo dimostrano non mancano. Una di queste è quella che riguarda Banca d’Alba … Leggi

Altri articoli su questi temi sono inseriti nel database

Iscriviti alla newsletter

Add a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter bisettimanale. Riceverai:

desc="" group="Public"]

Iscrizione Newsletter