Tag: velo islamico al lavoro

Business degli affitti, voucher, il velo islamico al lavoro

Business degli affitti, voucher, il velo islamico al lavoro

Con questo post apriamo una nuova rubrica settimanale, dedicata a temi attuali del mondo del lavoro, tramite alcuni articoli di approfondimento, selezionati da riviste e altri siti specializzati.

Tutte le risorse cui facciamo riferimento sono archiviate anche sul database
Ecco i 3 temi di questa settimana.

Fare business con l’affitto di seconde abitazioni

A. Bonafede. Con Airbnb non guadagni più. l’HuffingtonPost:
Airbnb ha fatto credere a ogni italiano di poter diventare un albergatore, basta avere una seconda casa non utilizzata a disposizione. Altri hanno convinto molte famiglie a invitare a casa dei turisti per offrire loro, a pagamento, un pasto tipico italiano. Insomma, diciamola tutta: l’italiano medio sta entrando
armi e bagagli nel settore del turismo, magari come arrotondamento di stipendi sempre meno soddisfacenti … Leggi

S. Cosimi. Affitto classico o Airbnb: che cosa conviene ai proprietari? Wired:
Ho una casa da affittare. Mi conviene farlo nei modi tradizionali – privatamente o dando mandato a un’agenzia – oppure passare da Airbnb? Secondo l’agenzia di real estate londinese Nested non c’è dubbio: nonostante tutte le difficoltà burocratiche che, da una parte all’altra del pianeta, minacciano la piattaforma fondata e guidata da Brian Chesky, è proprio da lì che bisognerebbe passare per rientrare il più rapidamente possibile del capitale investito … Leggi

I voucher

Un interessante approfondimento sui dati statistici della crisi del mercato del lavoro e la loro interpretazione.
G. Veneto Voucher e post-verità: i buoni lavoro tra ascesa e rapida morte. Risorse Umane e non Umane:
Le più recenti vicende legislative e le iniziative del Governo in merito alla vicenda del voucher, con i loro riflessi sul sistema di relazioni industriali del nostro Paese –nel delicato momento che vede l’attuale Esecutivo, che ha appena superato i primi 100 giorni di vita, impegnato, dopo la firma di un incerto e labile documento di rinnovo, almeno di volontà, del Trattato di Roma dopo 60 anni di vita ondivaga– lasciano, se non esterrefatti, quando si consideri il contesto europeo, a sua volta impegnato a cercare nuovi equilibri (specie dopo la Brexit), almeno perplessi sulla navigazione, forse un po’ troppo a vista, dei reggitori del timone dello Stivale … Leggi

Continua a leggere